Come investire in BTC (Bitcoin) nel 2024: Cosa succede se investo 100 in Bitcoin oggi?

Non importa se siamo nel 2014 o nel 2024, quando si parla di criptovalute, il Bitcoin è sempre stato e probabilmente sarà sempre la prima criptovaluta a cui si pensa. Soprattutto nei periodi in cui il mercato delle criptovalute sale, molte persone iniziano a soffrire di FOMO e a pensare: “E se avessi investito 100 dollari in Bitcoin 1, 5, 10 anni fa?”.

Sia che tu voglia costruire un portafoglio diversificato con il Bitcoin come una delle attività a rischio, sia che tu voglia semplicemente fare scorta della criptovaluta più grande del mondo e (forse) fare un po’ di soldi, può essere utile sapere come investire in BTC. In questo articolo parlerò del Bitcoin come asset, dei modi per investire in Bitcoin e cercherò di rispondere alla domanda: “Cosa succede se investo 100 dollari in Bitcoin oggi?”.

Punti chiave: Come investire in Bitcoin

  • Il Bitcoin è la criptovaluta più grande del mondo e il suo valore è determinato da una serie di fattori, come la scarsità e il potenziale di rendimento elevato.
  • Investire 100 dollari in Bitcoin può essere redditizio se lo fai al momento giusto o se fai investimenti regolari.
  • Investire in Bitcoin offre un alto potenziale di rendimento, liquidità, la prospettiva di essere all’avanguardia nell’evoluzione delle valute digitali e una copertura contro l’inflazione grazie alla limitazione dell’offerta.
  • Tuttavia, i rischi includono la volatilità dei prezzi, la mancanza di un quadro normativo, la suscettibilità alle minacce digitali e l’assenza di rendimenti garantiti.
  • Se vuoi investire in Bitcoin, avrai bisogno di un portafoglio cripto sicuro, di una borsa criptovalute affidabile e di un metodo di pagamento, che sia denaro fiat o un altro asset cripto.

Che cos’è il Bitcoin?

Il Bitcoin, spesso indicato come BTC, è una valuta digitale o virtuale. È come una versione online del denaro contante, inventata nel 2008 da una persona sconosciuta o da un gruppo di persone che hanno usato il nome di “Satoshi Nakamoto”. Il Bitcoin è nato da un documento pubblicato su Internet, in cui si delineava il concetto di un “sistema di denaro elettronico peer-to-peer”.

Alcune delle possibili identità del creatore del BTC, Satoshi Nakamoto
Alcune delle possibili identità di Satoshi Nakamoto.

La creazione di Bitcoin ha dato vita all’idea di criptovaluta. In parole povere, una criptovaluta è una forma decentralizzata di valuta, esistente interamente online, che utilizza la crittografia – un metodo per proteggere le informazioni trasformandole in un formato illeggibile, noto come crittografia – per la sicurezza.

A differenza delle valute tradizionali, come il dollaro o l’euro, che sono controllate dalle banche centrali, Bitcoin opera su una rete decentralizzata di computer sparsi in tutto il mondo. Questa decentralizzazione significa che nessuna singola istituzione controlla la rete Bitcoin. È una forma di denaro democratica, per così dire, controllata dalle persone che la utilizzano.

Quanto costa acquistare Bitcoin?

Ecco il prezzo attuale del Bitcoin.

Vi state chiedendo cosa accadrebbe se investiste oggi 100 dollari in Bitcoin? Scoprire la nostra previsione del prezzo del Bitcoin per vedere come il prezzo del BTC potrebbe comportarsi in futuro.

Come funziona il Bitcoin?

Il cuore di Bitcoin è un libro mastro pubblico chiamato blockchain. Questo libro mastro contiene ogni transazione elaborata, consentendo al computer dell’utente di verificare la validità di ogni transazione. Questa completa trasparenza contribuisce a mantenere l’integrità del sistema.

Le persone note come minatori utilizzano potenti computer per risolvere complessi problemi matematici che convalidano ogni transazione Bitcoin. Una volta risolto un problema, una transazione viene aggiunta alla blockchain e il miner viene ricompensato con una piccola quantità di Bitcoin. Questo processo è noto come mining di Bitcoin.

A differenza di un conto bancario tradizionale, un portafoglio Bitcoin non richiede documenti. Un portafoglio Bitcoin può essere creato in pochi minuti dal proprio computer o smartphone. È possibile ricevere Bitcoin nel proprio portafoglio digitale da chiunque abbia un portafoglio. Ogni transazione effettuata con Bitcoin viene memorizzata nella blockchain.

Dimezzamento del Bitcoin

Ogni quattro anni circa, la ricompensa per le transazioni di mining di Bitcoin viene dimezzata, riducendo l’offerta di nuovi Bitcoin in circolazione. Questo evento non è solo un aggiustamento tecnico, ma una pietra miliare significativa che spesso porta ad anticipazioni e speculazioni all’interno della comunità delle criptovalute.

Storicamente, i dimezzamenti sono stati associati a periodi di aumento dei prezzi, in quanto la riduzione del ritmo della nuova offerta può portare a una pressione al rialzo sui prezzi, supponendo che la domanda rimanga costante o aumenti. Questo fenomeno sottolinea la natura deflazionistica del Bitcoin, progettato per imitare la scarsità e la conservazione del valore simile ai metalli preziosi come l’oro.

Puoi saperne di più sul dimezzamento del Bitcoin qui.

Cosa rende prezioso il Bitcoin?

Ci sono alcuni motivi fondamentali per cui il Bitcoin è prezioso.

  1. Scarsità. Il numero totale di Bitcoin che possono esistere è limitato a 21 milioni. Questa scarsità artificiale è codificata nell’algoritmo di Bitcoin.
  2. Decentramento. Il Bitcoin non è governato da un’autorità centrale, come un governo o un’istituzione finanziaria. Il suo valore non può essere manipolato da queste entità.
  3. Utilità. Le transazioni in Bitcoin possono avvenire tra parti senza intermediari, come ad esempio una banca. Queste transazioni sono in genere elaborate più velocemente e con commissioni più basse rispetto alle transazioni dei sistemi bancari tradizionali o dei servizi di trasferimento di denaro.
  4. Potenziale di rendimento elevato. Il valore del Bitcoin ha storicamente registrato alti livelli di volatilità. Questa volatilità crea un potenziale di rendimento elevato, ma aumenta anche il rischio.
  5. Anonimato e privacy. Mentre tutte le transazioni possono essere tracciate grazie alla tecnologia blockchain, le identità delle persone coinvolte nelle transazioni non vengono rivelate.

Il valore del Bitcoin non è intrinseco, come nel caso dell’oro o del petrolio. Infatti, nasce dalla convinzione e dall’accordo degli utenti e dei trader. Questo vale per tutte le forme di moneta. Ciò che distingue il Bitcoin è la sua miscela di scarsità, utilità e indipendenza dai sistemi economici tradizionali, che lo rende un fenomeno finanziario unico.

Monete di Bitcoin adagiate su banconote in USD.
Sebbene presentino numerose differenze, il Bitcoin e le valute fiat sono simili sotto molti aspetti.

Di conseguenza, può essere difficile prevedere il prezzo del Bitcoin, che spesso dipende dall’atteggiamento generale del mercato. Come abbiamo visto in precedenza, molti possessori di Bitcoin sono inclini a farsi prendere dal panico e hanno “mani deboli”, il che significa che tendono a vendere le loro monete quando il prezzo del BTC inizia a scendere, facendo scendere l’intero valore dell’asset.

Vale la pena investire in Bitcoin oggi? O cosa succederà se investi 100 dollari in BTC in questo momento

Nel 2024, il mercato delle criptovalute ha raggiunto nuovi massimi storici per i principali operatori come Bitcoin ed Ethereum. Questa impennata ha scatenato un’ondata di FOMO (fear of missing out) tra il pubblico, portando molti a chiedersi: Cosa succederà se investo adesso? Vale la pena investire o devo aspettare un calo dei prezzi? E quali sono le prospettive generali per il Bitcoin?

Immaginiamo che tu decida di investire 100 dollari in Bitcoin in questo momento. Cosa potrebbe accadere al tuo investimento? Puoi ancora ottenere un profitto significativo?

Se è la prima volta che investi in Bitcoin, potresti aver bisogno di un po’ di pazienza prima che il tuo investimento dia i suoi frutti, soprattutto se acquisti al culmine di un rally. Per massimizzare l’investimento di 100 dollari, potrebbe essere più redditizio aspettare un momento in cui il prezzo è relativamente basso. Tuttavia, anche investendo 100 dollari al culmine di un rally si può ottenere un profitto, anche se modesto.

Se hai già un Bitcoin nel tuo portafoglio, aggiungere altri 100 dollari di BTC potrebbe essere molto redditizio nel lungo periodo. Ecco un esempio:

Durante il rally del 2021, il Bitcoin ha toccato un precedente massimo storico di $69K. Se avessi comprato il BTC non al picco assoluto ma quando era a $65K, 100 dollari di Bitcoin sarebbero stati circa 0,0015 BTC. Se avessi aspettato e venduto il Bitcoin nel marzo 2024, quando ha raggiunto i 70.000 dollari, avresti potuto venderlo a 105 dollari: un piccolo profitto, senza tenere conto dell’inflazione. Tuttavia, se avessi acquistato Bitcoin a $100 quando il prezzo era di $20K e $30K, il tuo profitto sarebbe stato molto più alto.

Molti sostenitori della blockchain e del Web 3 considerano questa tecnologia rivoluzionaria, con un enorme potenziale che potrebbe portare a un aumento significativo del prezzo del Bitcoin. Nel 2024, eventi come l’approvazione di ETF Bitcoin spot negli Stati Uniti e a Hong Kong hanno generato un notevole entusiasmo tra gli operatori del mercato finanziario. L’interesse per il Bitcoin e la sua tecnologia sottostante sta crescendo, soprattutto tra gli investitori istituzionali, e il conseguente aumento dei prezzi sta attirando l’attenzione del grande pubblico.

Rischi e vantaggi dell’investimento in BTC

Prima di esaminare i rischi e i benefici dell’investimento in Bitcoin, è necessario stabilire se vale la pena investire in BTC o in qualsiasi altra criptovaluta.

Molte persone si lasciano trascinare negli investimenti in criptovalute dalla FOMO, che spesso porta solo a perdite. Prima di unirsi alla schiera degli investitori in criptovalute, ponetevi le seguenti domande:

  • Perché non ho comprato Bitcoin prima, quando costava meno?
  • Perché lo compro: per divertirmi o per fare soldi facili?
  • Se si tratta della seconda ipotesi, perché penso di poterla vendere in seguito a un prezzo più alto?
  • Ho capito cosa sono il Bitcoin e il mercato delle criptovalute?
  • Sono d’accordo con il rischio? Posso permettermi di perdere tutti i soldi che sto per investire in Bitcoin?

Le risposte a queste domande vi aiuteranno a capire se è il caso di investire in Bitcoin o meno.

Personalmente sconsiglio di entrare nel mercato dei Bitcoin e delle criptovalute in generale se si è vulnerabili al gioco d’azzardo. La natura delle criptovalute è altamente speculativa e presenta una dinamica ad alto rischio e alta remunerazione che può potenzialmente danneggiare le persone inclini alla dipendenza dal gioco. Ricordate di fare attenzione e di evitare di prendere decisioni finanziarie che potrebbero farvi perdere tutti i vostri fondi o, peggio, indebitarvi.

Vediamo ora i rischi e i vantaggi effettivi dell’investimento in Bitcoin.

Vantaggi dell’investimento in Bitcoin

  • Alto potenziale di rendimento. Rispetto agli investimenti tradizionali, come il mercato azionario, il Bitcoin e gli altri asset cripto hanno dimostrato un potenziale di rendimento significativamente più elevato.
  • Liquidità. Il trading di Bitcoin avviene 24 ore su 24, 7 giorni su 7, su diverse borse di criptovalute, offrendo un’elevata liquidità e la possibilità di operare in qualsiasi momento.
  • Il futuro della moneta. Molti ritengono che le valute digitali rappresentino il futuro e che investire in Bitcoin ora potrebbe produrre rendimenti significativi con la diffusione delle valute digitali.
  • Copertura dall’inflazione. Con una fornitura limitata a 21 milioni di unità, il Bitcoin potrebbe fungere da copertura contro l’inflazione della valuta fiat.

Rischi dell’investimento in Bitcoin

  • Volatilità dei prezzi. Il Bitcoin è noto per la sua volatilità di prezzo. Il prezzo può subire forti oscillazioni in un breve periodo, con conseguenti perdite significative.
  • Mancanza di norme. Il mercato delle criptovalute è ancora relativamente nuovo e manca del quadro normativo dei mercati finanziari tradizionali.
  • Minacce digitali. In quanto bene digitale, il Bitcoin è suscettibile di hacking, problemi tecnici e altre minacce alla sicurezza informatica.
  • Nessun ritorno garantito. Come per ogni investimento, non c’è un ritorno garantito. Il valore del Bitcoin dipende in larga misura dalla domanda e se questa diminuisce, il valore può crollare.
Crypto Price Alerts
Get daily alerts on price changes of the top 10 cryptocurrencies.

Cosa serve per investire in Bitcoin

Per iniziare il vostro viaggio di investimento in criptovalute, avete bisogno di alcuni elementi:

  1. Portafoglio crittografico. Per memorizzare i vostri averi in Bitcoin, avrete bisogno di un hardware o di un portafoglio caldo.
  2. Scambio di criptovalute adatto. Dovrete trovare una borsa di criptovalute dove poter acquistare e vendere Bitcoin in modo sicuro e protetto.
  3. Metodo di pagamento. La maggior parte dei principali exchange accetta diversi metodi di pagamento, tra cui bonifici bancari, pagamenti con carta di credito o altre criptovalute.
  4. Tolleranza al rischio. Le criptovalute sono attività volatili e l’investimento in esse comporta dei rischi. Assicuratevi di avere una chiara comprensione della vostra tolleranza al rischio prima di iniziare.

Portafogli caldi e portafogli freddi

Quando si tratta di conservare i Bitcoin, si hanno due opzioni: portafogli a caldo e portafogli a freddo.

Portafoglio di criptovalute freddo vs Portafoglio di criptovalute caldo
Portafogli di criptovalute caldi e freddi

Un hot wallet è collegato a Internet; per questo motivo consente di accedere facilmente ai propri Bitcoin per effettuare transazioni. Tuttavia, questo tipo di portafoglio è vulnerabile alle minacce online. Alcuni buoni portafogli caldi sono Exodus, ZenGo e Jaxx Liberty.

Un portafoglio freddo, noto anche come portafoglio hardware, è un dispositivo fisico non connesso a Internet, che offre un ulteriore livello di sicurezza. I portafogli a freddo sono una buona scelta se si intende detenere Bitcoin come investimento a lungo termine, anche se potrebbero non essere così convenienti per il trading o le transazioni frequenti. Se cercate un portafoglio offline affidabile, potete scegliere Trezor o Ledger.

Qualunque sia il tipo di portafoglio di criptovalute scelto, assicuratevi di non condividere mai le vostre chiavi con nessuno.

I migliori scambi di criptovalute per i principianti

La scelta del giusto exchange di criptovalute è fondamentale. Ecco alcuni dei migliori exchange di criptovalute per i principianti:

  1. Coinbase. Conosciuta per la sua interfaccia user-friendly, Coinbase è un’ottima piattaforma per gli utenti alle prime armi. Offre un’ampia gamma di criptovalute per il trading.
  2. Binance. Con una delle più vaste selezioni di valute digitali, Binance è una buona scelta per chi vuole esplorare oltre il Bitcoin.
  3. Changelly. Changelly è un’ottima piattaforma per i principianti delle criptovalute: ha un’interfaccia intuitiva e facile da usare e fornisce agli utenti guide gratuite su tutto ciò che riguarda le criptovalute. Il mercato fiat-to-crypto di Changelly aggrega le offerte di un’ampia varietà di fornitori, assicurandovi di non dover setacciare internet per trovare i migliori prezzi dei Bitcoin.

Nella scelta di un exchange, vale la pena considerare fattori quali le caratteristiche di sicurezza, le commissioni di trading e le criptovalute disponibili. Tutte le piattaforme offrono vantaggi unici, quindi potrebbe essere utile provarne alcune prima con importi minori.

I modi migliori per investire in Bitcoin

L’investimento in Bitcoin può essere effettuato sia direttamente che indirettamente e ogni metodo si adatta a diversi profili di investitori e comporta i propri rischi.

Investimenti diretti:

  1. Acquistare Bitcoin: acquistare e detenere Bitcoin tramite gli exchange e gli ATM Bitcoin è il metodo più diretto. È adatto a chi ha dimestichezza con i beni digitali, ma comporta rischi legati alla volatilità del prezzo del Bitcoin e alla sicurezza dei portafogli digitali.
  2. Trading di Bitcoin: acquisto e vendita di Bitcoin sugli scambi. Adatto a chi ha esperienza nel trading e comprende le tendenze del mercato. Il rischio risiede nella volatilità del mercato.
  3. Dollar-Cost Averaging (DCA): investire un importo fisso in Bitcoin a intervalli regolari. È ideale per gli investitori a lungo termine che vogliono mitigare l’impatto della volatilità.

Investimenti indiretti:

  1. ETF Bitcoin: Fondi negoziati in borsa che seguono il valore del Bitcoin, consentendo di investire senza possedere direttamente il Bitcoin. Sono convenienti per gli investitori tradizionali, ma possono comportare commissioni di gestione e non forniscono l’effettiva proprietà dei Bitcoin.
  2. Società legate al Bitcoin: Investire in aziende coinvolte nell’ecosistema Bitcoin. Questo metodo fornisce un’esposizione indiretta alla performance del Bitcoin con l’aggiunta dei rischi legati alla performance della singola società.

Ogni metodo richiede un’attenta considerazione della tolleranza al rischio dell’investitore, dei suoi obiettivi finanziari e della sua conoscenza dei mercati delle criptovalute. Ricorda che nessuna strategia garantisce il successo, quindi è importante investire solo ciò che puoi permetterti di perdere.

È intelligente investire in BTC in questo momento?

Investire in Bitcoin richiede un’attenta considerazione della sua elevata volatilità e del suo rischio. È importante comprendere a fondo l’asset class e affrontare gli investimenti in modo strategico. Sebbene il Bitcoin sia un punto di ingresso comune nel mercato delle criptovalute, dovrebbe essere solo una parte del tuo portafoglio di investimenti complessivo.

Un buon (e facile) modo per determinare se il Bitcoin vale la pena di essere acquistato al momento è quello di guardare i grafici di analisi del mercato come il widget di TradingView qui sotto. Se indica “Buy” (acquistare), significa che il prezzo del Bitcoin è destinato a salire presto, mentre il segnale “Sell” (vendere) ci dice che è possibile che si manifesti a breve una tendenza al ribasso.

La situazione può cambiare in qualsiasi momento. È importante ricordare che cercare di prevedere e superare in astuzia il mercato sarà sempre un azzardo, indipendentemente dal fatto che si parli di criptovalute o di borsa. Il primo, tuttavia, è molto più volatile. Per questo motivo, quando si tratta di investire in criptovalute, è generalmente consigliabile tenere sotto controllo la FOMO e provare a investire un po’ alla volta in un periodo di tempo più lungo.

Conclusione

Quando si pensa di investire in un’attività, è sempre bene considerare il suo inserimento nel portafoglio esistente. E se non ne avete ancora uno, pensate a quali altri asset – valute fiat, metalli preziosi, valute virtuali e così via – dovrete acquistare per mitigare il rischio e raggiungere i vostri obiettivi di profitto.

Un modo semplice per creare un portafoglio a prova di bomba è quello di investire in un’attività ad alto rischio e ad alto rendimento insieme all’oro o ad altri metalli preziosi. In definitiva, l’opportunità di acquistare cento dollari di Bitcoin in questo momento dipende da ciò che si pensa di questa moneta, delle criptovalute in generale e del loro potenziale futuro.

Si noti che il contenuto di questo articolo non deve essere considerato come un consiglio di investimento. Buona fortuna per il vostro viaggio in cripto!

FAQ

Posso guadagnare investendo 100 dollari in Bitcoin?

State pensando di investire 100 dollari in Bitcoin? Sì, è possibile guadagnare con quella cifra. Anche se 100 dollari non si trasformeranno in un’enorme somma da un giorno all’altro, potrebbero comunque fruttare un discreto guadagno se il Bitcoin dovesse andare bene. Iniziare in piccolo con le criptovalute è una mossa intelligente, considerando la loro natura rischiosa. I vostri potenziali guadagni dipendono dall’obiettivo che vi siete prefissati. Siete alla ricerca di grandi profitti? 100 dollari potrebbero essere pochi. Ma se state puntando a qualche guadagno o volete semplicemente sperimentare l’investimento in Bitcoin, 100 dollari sono un buon inizio.

Quanto costavano 100 dollari in Bitcoin 5 anni fa?

Nel 2019, con un prezzo medio del Bitcoin di circa 7.200 dollari, un investimento iniziale di 100 dollari ti avrebbe permesso di acquistare circa 0,01389 BTC. Questo ti avrebbe fruttato circa 972 dollari se avessi venduto quel BTC nel marzo 2024, quando il Bitcoin era a 70.000 dollari.

Quando devo incassare i Bitcoin?

La volatilità delle criptovalute non le rende adatte a mantenere un valore stabile. Vedere il proprio investimento fluttuare in modo selvaggio può essere stressante. Ma non lasciate che i cambiamenti a breve termine vi spingano a vendere. Il Bitcoin, ad esempio, potrebbe avere un futuro più roseo. Molti sostengono che il 2024 potrebbe essere un anno cruciale per il suo valore. Il momento in cui vendere dipende dai vostri obiettivi finanziari e dalle condizioni del mercato. Che si tratti di incassare i profitti, ridurre le perdite o utilizzare le criptovalute, è importante. Tenete presente l’impatto delle imposte e l’importanza di un buon tempismo.

Qual è un buon portafoglio Bitcoin?

Leggi anche: I migliori portafogli BTC.

Un buon portafoglio Bitcoin è quello che bilancia sicurezza, accessibilità e facilità d’uso. Ad esempio, il portafoglio Exodus è molto apprezzato per la sua interfaccia elegante e il supporto di un vasto numero di criptovalute, che lo rendono ideale per i principianti. Un’altra grande opzione è Ledger, un portafoglio hardware che memorizza i Bitcoin offline e, quindi, è meno suscettibile di hacking.

Tuttavia, la scelta finale dipende dal fatto che si preferisca la convenienza alla sicurezza o viceversa, poiché i portafogli online (come Exodus) consentono un facile accesso agli acquisti di Bitcoin, mentre i portafogli hardware (come Ledger) offrono una protezione superiore per questi beni potenzialmente rischiosi.

Qual è il modo migliore per acquistare BTC?

Il modo migliore per iniziare a investire in Bitcoin è utilizzare un exchange di criptovalute affidabile, come Changelly.

Qual è il modo migliore per acquistare BTC?

Il modo migliore per acquistare BTC dipende spesso dalle esigenze e dalle circostanze individuali.

Per acquistare BTC, il primo passo è quello di creare un conto di scambio di criptovalute su una piattaforma affidabile. Dopo aver completato la verifica necessaria, puoi finanziare il tuo conto con la valuta tradizionale. Per acquistare Bitcoin, puoi piazzare un ordine di mercato per l’acquisto immediato al prezzo corrente o un ordine limite a un prezzo predeterminato.

È fondamentale considerare il Bitcoin come un investimento speculativo a causa della sua natura volatile. Investi con cautela, utilizzando solo i fondi che puoi permetterti di rischiare.

Per una maggiore sicurezza, soprattutto per gli investimenti più consistenti, è consigliabile trasferire i tuoi Bitcoin dall’exchange a un portafoglio personale di criptovalute, sia esso un portafoglio software sul tuo dispositivo o un portafoglio hardware più sicuro.

Come iniziare a investire in Bitcoin?

L’inizio del viaggio di investimento in Bitcoin prevede alcune fasi. In primo luogo, bisogna stabilire quanto si è disposti a investire, tenendo presente che il Bitcoin e le altre criptovalute sono attività speculative e rischiose. In secondo luogo, create un portafoglio digitale sicuro dove conservare i vostri Bitcoin. Quindi, create un conto presso una borsa di criptovalute affidabile dove farete i vostri acquisti di Bitcoin.

A questo punto, si può iniziare ad acquistare Bitcoin, ma bisogna essere consapevoli delle attuali tendenze di mercato e di quanto vale il Bitcoin al momento dell’acquisto. Fate attenzione anche alla vendita di Bitcoin, perché il tempismo è fondamentale in questo mercato volatile. Vale anche la pena di considerare opzioni come gli Exchange Traded Funds (ETF) di Bitcoin, che consentono di investire in Bitcoin senza possederlo.

Dove posso investire in Bitcoin?

È possibile investire in Bitcoin su diverse piattaforme. Gli scambi di criptovalute sono le piattaforme più comuni per acquistare e vendere Bitcoin. Alcuni di questi includono Coinbase, Binance e Kraken. Queste piattaforme consentono di negoziare direttamente Bitcoin e di solito supportano un’ampia gamma di altre criptovalute. Inoltre, alcuni broker tradizionali e app di trading azionario stanno iniziando a offrire Bitcoin e altri asset crittografici.

Infine, gli ETF Bitcoin offrono un modo alternativo per investire nel valore del Bitcoin senza dover gestire e proteggere la valuta digitale in prima persona. Assicuratevi di scegliere una piattaforma che sia in linea con la vostra strategia di investimento e che offra misure di sicurezza adeguate.

Posso perdere denaro con i Bitcoin?

Sì, assolutamente. Indipendentemente dalle strategie di investimento in Bitcoin utilizzate o dalla sicurezza del portafoglio e dell’exchange, c’è sempre il rischio di perdere i propri fondi. Tuttavia, è possibile ridurre al minimo questi rischi.

Nel nostro articolo sui rimborsi diamo alcuni consigli generali su come non perdere il proprio denaro durante lo scambio di criptovalute. Attenzione: è difficile rimborsare le transazioni in cripto e Bitcoin, quindi assicuratevi di ricontrollare tutte le informazioni inserite quando fate un acquisto!

Investire in Bitcoin può rendere ricchi?

Dipende da quando si intende vendere il Bitcoin e da quanto aumenterà in futuro. Detto questo, il Bitcoin non è più in una fase in cui è possibile guadagnare milioni o migliaia di dollari investendo anche solo 10 dollari: se è questo il vostro obiettivo, farete meglio a scommettere sul successo delle monete di merda.

Tuttavia, c’è un altro modo per diventare ricchi investendo anche solo 100 dollari in Bitcoin o in altre criptovalute popolari: farlo regolarmente, proprio come si fa con il proprio conto di risparmio.

Quanto Bitcoin dovrei comprare?

Se volete acquistare Bitcoin in questo momento, dovreste spendere solo quanto potete permettervi di perdere. Questa è una delle regole principali per l’acquisto di criptovalute, indipendentemente dal fatto che si vogliano investire 20, 100 o 1.000 dollari in Bitcoin o in una qualsiasi altcoin.

L’importo da acquistare dipende anche dai vostri obiettivi di investimento e dall’entità dei profitti che sperate di ottenere. Probabilmente non otterrete rendimenti altissimi se acquistate 100 dollari di Bitcoin con la vostra valuta fiat. Tuttavia, ricordate di mantenere il sangue freddo e di spendere in modo responsabile.

Quanto dovrei investire in cripto al mese?

Investire un po’ alla volta ogni mese è uno dei consigli più comuni che si possano sentire. L’importo effettivo dipenderà dal reddito, dalla situazione di vita, dalla propensione al rischio e così via.

Alcuni investono in Bitcoin o in altre criptovalute anche solo 20 dollari al mese, il prezzo di qualche caffè. Questo è un aspetto che dovete decidere da soli.


Disclaimer: i contenuti di questo articolo non costituiscono una consulenza finanziaria o di investimento. Le informazioni fornite in questo articolo sono solo l’opinione dell’autore e non devono essere considerate come raccomandazioni di trading o di investimento. Non forniamo alcuna garanzia circa la completezza, l’affidabilità e l’accuratezza di queste informazioni. Il mercato delle criptovalute soffre di un’elevata volatilità e di movimenti occasionali e arbitrari. Qualsiasi investitore, trader o utente abituale di criptovalute dovrebbe ricercare diversi punti di vista e conoscere tutte le normative locali prima di impegnarsi in un investimento.